• italiano
  • english
  • giapponese
  • Fran�oise
  • tedesco
  • Espanol
  • cinese
  • russo

vieni a trascorrere una vacanza a Roma con uno sconto del 20% presso l' HOTEL CROWNE PLAZA-ROMA

http://www.hotelsubasio.com/
Assisi ospita il turismo UNESCO

Si è tenuta ieri a Roma la conferenza stampa dedicata ad un evento che si svolgerà ad Assisi dal 21 al 23 Settembre 2012, il World Heritage Tourism Expo. Questa manifestazione è incentrata sulla volontà di valorizzare ed incentivare il turismo dei siti patrimonio Unesco, tra i quali non poteva mancare di certo la città del Poverello. La location sarà quella modernissima del Pala Eventi, all’interno del Teatro Lyrick, che ospiterà gli espositori di tutto il mondo riuniti per l’occasione nell’intento di creare contatti, discutere ed incrementare il turismo nei quasi 1000 siti protetti dall’Organizzazione delle Nazioni Unite per l'educazione, la scienza e la cultura. Si svolgeranno allora seminari, conferenze, dibattiti e si proietteranno le bellezze dei luoghi più affascinanti di circa 160 paesi, cercando di trovare un comune filo conduttore per aggregare e fondere insieme i diversi siti che hanno in comune la specifica natura di dover essere tutelati e difesi, quasi fossero sacri per il mondo. Non a caso Assisi, unico sito in Umbria ad essere stato incluso nel patrimonio Unesco, ospita questa importante rassegna, nella quale senza dubbio lo spirito di ospitalità e di pace, predicato da Francesco, coinvolgerà tutti i partecipanti che provengono dalle più disparate zone del globo. Si tratterà della terza edizione del WET che permetterà anche ai meno esperti di comprendere le strette relazioni e le dinamiche che intercorrono tra il turismo culturale e l’economia vera e propria, materie entrambe fondamentali e strettamente connesse l’una con l’altra.
Valorizzare, tutelare, conservare e promuovere il nostro patrimonio culturale dovrebbe essere alla base della nostra nazione, che ha il più alto numero di siti protetti e che raccoglie ogni anno turisti da tutto il mondo grazie alle sue bellezze senza tempo. Chissà che un giorno l’Italia possa realmente vivere solo di turismo?!