• italiano
  • english
  • giapponese
  • Fran�oise
  • tedesco
  • Espanol
  • cinese
  • russo

vieni a trascorrere una vacanza a Roma con uno sconto del 20% presso l' HOTEL CROWNE PLAZA-ROMA

http://www.hotelsubasio.com/
Assisi Sconosciuta

Restare ad Assisi anche la sera, dopo aver visitato la Basilica del Poverello, la Porziuncola e la Basilica di Santa Maria degli Angeli è una vera fortuna. La città infatti è un gioiello da scoprire e da ammirare specialmente illuminata dalle stelle e dalle luci della notte, che ne fanno una vera delizia per gli occhi.
Immersi tra le viette medievali strette e ricche di quell’atmosfera che solo Assisi è in grado di creare, lasciatevi rapire dalla storia e dallo splendore delle sue mura che trasudano un forte senso di spiritualità ed una magia fuori dal comune.
La città del Poverello riesce ad essere un luogo romantico per tutti quelli che vogliono godersi il silenzio e la pace, passeggiando per i vicoli della città. Arrivando da via Santa Chiara è impossibile non imbattersi nella stupenda Basilica eretta in onore dell’altra grande Santa della città, una Chiesa realizzata in pietra locale bianca e rosa e caratterizzata da ampi archi ramparti come contrafforti che la rendono senza dubbio magnifica.
A lato della Piazza, il Belvedere offre uno spettacolo unico: la valle sotto la città si svela in tutto il suo splendore e dischiude l’incantesimo dei morbidi paesaggi umbri.
Salendo per Corso Mazzini sarà curioso osservare le vetrine che propongono i prodotti più disparati dai dolciumi ai prodotti tipici, dalle tele decorate fino alla ceramica. Ma il vostro cammino non sarà più lo stesso se riuscirete a scovare la casa paterna di San Francesco nella zona della Chiesa Nuova adiacente al cosiddetto “Oratorio di San Francesco piccolino” che sorge, secondo una leggenda, su una stalla nella quale la madre del Poverello d’Italia si sarebbe rifugiata per partorire il figlio, consigliata da un misterioso pellegrino. Affreschi trecenteschi decorano ora l’Oratorio e questo luogo di devozione francescano resterà senza dubbio una delle tappe preferite del soggiorno assisano.
Non è necessario compiere chilometri per lasciarsi trasportare dalla bellezza, decisamente più “retrò”, del cosiddetto tempio di Minerva che è possibile ammirare al centro della piazza del Comune e che si imposta con le sue imponenti colonne in posizione dominante dinanzi la piazza dell’antico foro romano. Proseguendo verso via San Paolo, evitando di fatto la parte più nota della città, quella che porta dritta alla Basilica del Santo, sarà veramente straordinario perdersi tra le stradine ed osservare rinascimentali terrazze che sbucano fuori all’improvviso, quando meno ce lo aspettiamo. Sarà delizioso scoprire lungo il percorso anche la bellissima chiesetta di Santo Stefano, le cui campane, secondo la tradizione francescana, avrebbero suonato ininterrottamente durante le ore di agonia prima della morte di San Francesco. Il piccolo complesso di età medievale si nasconde letteralmente tra gli ulivi e la vegetazione e mostra al visitatore la sua semplice abside e la sua struttura in pietra viva. Un piccolo incanto immerso nel verde e nelle viuzze di Assisi, sicuramente poco conosciuto ma non per questo meno suggestivo, e dal quale è possibile contemplare un panorama mozzafiato.
Vagare per la città del Poverello sarà veramente un sogno!