• italiano
  • english
  • giapponese
  • Fran�oise
  • tedesco
  • Espanol
  • cinese
  • russo

vieni a trascorrere una vacanza a Roma con uno sconto del 20% presso l' HOTEL CROWNE PLAZA-ROMA

http://www.hotelsubasio.com/
Il labirinto e l'enigma

Si è aperta il 27 ottobre 2012 e resterà fruibile ai visitatori fino al 27 gennaio 2013 una sensazionale ed intima mostra d’arte contemporanea a Palazzo Collicola Arti Visive, nella bellissima cittadina di Spoleto, a circa mezz’ora di strada da Assisi, patria di San Francesco.
L’esibizione è dedicata ad un artista romano d’adozione, Vettor Pisani, scomparso lo scorso anno, e le cui opere sono in mostra a Spoleto grazie alla fervida attività della moglie dell’artista che continua a portare sulla scena le creazioni di questo importante personaggio dell’arte e dello spettacolo italiano, suicidatosi neppure un anno fa all’età di 77 anni.
La mostra di Spoleto si incentra sul tema antico, ma sempre attuale, del labirinto, della ricerca, della necessità di tentare ogni percorso possibile prima di giungere alla verità e alla nostra via per arrivare ai nostri obiettivi più profondi.
E altrettanto spesso paradossalmente la direzione da seguire si dischiude e si rivela proprio mentre noi siamo ormai fuori dal labirinto, quando abbiamo finito di cercare qualcosa che probabilmente non esisteva neppure.
Questa filosofia della ricerca diventa un errare, un vagabondare attraverso il buio e la luce, attraverso le mete più e più volte perdute, mediante la rappresentazione di tasselli che a mano a mano si svelano e diventano assolutamente chiari mentre altre volte si disperdono generando un senso di totale impotenza. Le opere di Pisani sono accomunate da questa forte necessità di osservare e capire il mondo e l’immagine del labirinto meglio di ogni altra resta il luogo di profondità e di simboli, di particolari processi mentali in cui utopie, certezze e ansie si fondono e si confondono creando esperienze sensazionali.
Ma in fondo la visione di Vettor Pisani è quella di ogni uomo che ricerca se stesso e la propria meta all’interno di una marea di scelte possibili, volto alla scoperta della propria interiorità e dell’unica via d’uscita possibile, magari aiutato, come il mitico eroe greco Teseo, da un filo tessuto dall’amore e dall’inganno.
L’arte che sarà in mostra a Spoleto non presenta messaggi didascalici ma si basa esclusivamente sulle suggestioni visionarie che solo l’osservazione delle opere artistiche riesce a generare nel visitatore. In questo modo ognuno potrà costruire attraverso allegorie e immagini simboliche il proprio labirinto, riuscendo in questo modo a ricostruire l’enigma. Le opere e le istallazioni di Pisani saranno allora ricche di riferimenti mitologici, stracolme di simboli indecifrabili legati all’esoteria e alla massoneria, che avevano occupato così tanta parte della vita di questo straordinario artista italiano.