• italiano
  • english
  • giapponese
  • Fran�oise
  • tedesco
  • Espanol
  • cinese
  • russo

vieni a trascorrere una vacanza a Roma con uno sconto del 20% presso l' HOTEL CROWNE PLAZA-ROMA

http://www.hotelsubasio.com/
La porta della fede

Ad Assisi dall’11 ottobre 2012 all’11 novembre 2012 si terranno una serie di importanti incontri sul tema della religiosità cristiana, legati all’Anno della Fede che si è ufficialmente aperto l’11 ottobre 2012 e si concluderà il 24 novembre 2013.
Proprio in occasione di questo evento così importante per il mondo cattolico e per la valenza che la fede ha nella vita dell’uomo del XXI secolo, Assisi ospita una serie di conferenze dal titolo “La Porta della fede. I 50 anni del Concilio Vaticano II” in uno dei luoghi più cari a San Francesco, la Porziuncola, all’interno della Basilia di Santa Maria degli Angeli, che più di tutte è in grado di farci cogliere il valore della preghiera e dell’amore nei confronti del Padre.
L’anno della fede, che avrà come immagine rappresentante il bellissimo Cristo Pantocratore del Duomo di Cefalù in Sicilia, è stato istituito per ricordare i cinquanta anni dal Concilio Ecumenico Vaticano II, ultimo concilio che ha richiamato a sé tutti i vescovi e le alte cariche del prelato per parlare degli argomenti riguardanti la Chiesa cattolica.
Di fatto la natura del concilio era di carattere pastorale e quindi non volto alla creazione di nuovi dogmi, volendo piuttosto focalizzare l’attenzione sull’importanza della Chiesa come parte fondante dell’umanità, come mezzo e strumento di dialogo con il popolo e tra i popoli, cercando così di evitare inutili e futili arroccamenti e posizioni esclusivamente difensive. Inoltre la sua particolarità fu quella di essere davvero ecumenico, nel senso letterale del termine, e di far riunire quindi in un unico momento tutte le chiese non solo quelle cattoliche, siano esse di rito orientale o africano, ma anche quella ortodossa e protestante, anche se i loro rappresentanti non ebbero altro ruolo se non quello di osservatori.
L’importanza di questo evento nella comunità cristiana fu enorme ed esso rappresentò veramente un momento di svolta nella Chiesa e nelle sue prospettive.
Assisi allora riecheggia questo momento fondamentale dedicando ogni domenica ad un incontro tra i fedeli e i non fedeli volto alla comprensione profonda dell’importanza della fede e dell’amore in Cristo, in un’epoca come la nostra di grandi incertezze e di grande smarrimento.
Assisi inoltre non può che essere il luogo perfetto per la ricerca della spiritualità e della verità, di noi stessi e della nostra vera e preziosissima interiorità, a contatto realmente con la religiosità e la fede